L’Anello dei 3 Paesi

  • laguna-verde
  • yavi-6
  • 019
  • paleta-del-pintor-1
  • jeep-en-salar-de-uyuni-inundado
  • 014

L’Anello dei 3 Paesi

Quotazione su richiesta

Dettagli

Itinerario di viaggio di 16 giorni

SALTA – CAFAYATE – MOLINOS – CACHI – VILLAZON – SALAR DE UYUNI – COQUESA – COLCHANI – VILLAMAR – LAGUNA COLORADA – LAGUNA VERDE – HITO CAJON – SAN PEDRO DE ATACAMA – GEYSERS DEL TATIO – PASO DE JAMA – TILCARA – PURMAMARCA – HUMAHUACA – JUJUY – BUENOS AIRES – DELTA DEL TIGRE

Un percorso straordinario attraverso 3 Paesi: Argentina, Bolivia e Cile. Scopri la storia e le tradizioni del Sud America visitando luoghi di una bellezza unica e immergendoti in paesaggi naturali sconfinati…

 

 

Giorno 1         ITALIA – BUENOS AIRES

Partenza con volo per  Buenos Aires. Pasti e pernottamento a bordo.

 

Giorno 2         BUENOS AIRES – SALTA

Arrivo all’aeroporto internazionale di Ezeiza, a Buenos Aires, accoglienza e imbarco sul volo diretto a Salta. All’arrivo accoglienza e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio visita della città situata a 1.190 metri d’altezza: è conosciuta come una delle più graziose ed interessanti città del nord ovest argentino ed è composta da numerosi edifici dell’epoca coloniale spagnola. Visita della piazza centrale con la sua Cattedrale, costruita nel XIX secolo, che contiene le statue venerate di un Cristo mandato dalla Spagna nel 1592 e della Vergine del Miracolo. Visita della chiesa di San Francisco, superbo edificio costruito nel 1880. Pernottamento.

 

 

Giorno 3         SALTA – CAFAYATE – MOLINOS

Partenza in direzione di Cafayate, importante centro vinicolo situato ai piedi delle Ande a 1.600 metri d’altezza; anche Cafayate, come Salta, è una  tranquilla città coloniale. Durante il percorso si attraversano paesaggi di incredibile bellezza, con affascinanti formazioni rocciose di diversi colori. Si tratta della ‘Quebrada di Cafayate’, in cui le strade percorrono tracciati semi-desertici e selvaggi. Qui il vento e l’acqua hanno scolpito forme fantastiche nelle montagne dagli strati multicolori. Arrivo a Cafayate e visita di una cantina con degustazione di vini. Proseguimento per Molinos e sistemazione in hotel. Pernottamento.

 

 

Giorno 4         MOLINOS – CACHI – SALTA

Partenza per Cachi: a causa del suo isolamento, questa piccola città ha conservato la sua autenticità coloniale, le sue case basse, le sue vie non lastricate e la sua calma. La chiesa della città di stile coloniale, sembra uscita dai film western più famosi. Il museo archeologico conserva belle raccolte di reperti di epoca pre-incaica, inca e spagnola. Proseguimento per Salta e sistemazione in hotel. Pernottamento.

 

Giorno 5         SALTA – VILLAZON – UYUNI

Partenza per Villazon, cittadina alla frontiera con la Bolivia; assitenza nelle formalità doganali e trasferimento alla stazione per prendere il treno Wara Wara del Sur – o Expresso del Sur a seconda dei giorni dlla settimana – con direzione Uyuni. Arrivo in tarda serata, accoglienza in stazione e sistemazione in hotel. Pernottamento.

 

 

Giorno 6         UYUNI – SALAR – INCAHUASI – COQUESA – COLCHANI

Partenza per il Salar de Uyuni, grande lago prosciugato che dispiega la sua irreale bellezza ad un’altezza di circa 3.700 metri, con una corona di cime che superano i 5.000 mt. Lungo il percorso si possono incontrare lavoratori che con occhiali neri e passamontagna, estraggono il sale in forma di parallelepipedi. Arrivo all’Isla Incahuasi (prima consciuta come l’Isla del Pescado); sosta nella bella isola, il cui paesaggio quasi sovrannaturale si presenta come un avamposto in rilievo coperto di cactus giganti e circondato da un bianco mare di mattonelle di sale di forma esagonale. Il viaggio prosegue verso nord per raggiungere il villaggio di Coquesa, dove si potranno osservare mummie indiane. In seguito, proseguimento fino Colchani, villaggio situato nel confine del Salar, dove si trova un hotel interamente costruito in sale, arredamento compreso. Pernottamento.

 

 

Giorno 7         COLCHANI – VILLAMAR

Partenza verso Villamar, passando per San Cristobal per visitarne la bella chiesetta. Proseguimento per Culpina K, paesino con vie strette, case colorate e curiosi monumenti eretti nelle sue piazze, opere di un artista boliviano. Sosta alla Valle de Las Rocas, così denominata per le sue curiose formazioni rocciose, frutto dell’erosione eolica. Arrivo e sistemazione in rifugio. Pernottamento.

 

 

Giorno 8         VILLAMAR – LAGUNA COLORADA – LAGUNA VERDE – HITO CAJON – SAN PEDRO DE ATACAMA

Partenza in direzione della Laguna Colorada (4.100 mt), bacino ricco di alghe rosse e minerali che danno la tipica colorazione alle sue acque. Inoltre, in questa laguna si trovano centinaia di fenicotteri rosa, essendo luogo importantissimo per la nidificazione di questi uccelli. Proseguimento per Sol de Mañana, vasta area di geyser d’origine vulcanica che emanano vapori solforosi, e da cui sgorgano le acque termali di Laguna Polkes. In seguito, passaggio per il deserto di Dalì, il cui paesaggio somiglia un’opera dell’artista surrealista. Arrivo a Laguna Verde, meravaglia naturale situata ai piedi dello splendido vulcano Licancabur, con le sue acque color smeraldo. Proseguimento in direzione di Hito Cajón, villaggio alla frontiera tra Bolivia e Cile. Assistenza nelle formalità doganali e transferimento verso San Pedro, vera e propria oasi all’interno del Deserto di Atacama (2.600 mt). Sistemazione in hotel, pernottamento.

 

 

Giorno 9         SAN PEDRO DE ATACAMA

Visita del Museo Archeologico Padre Le Paige, che ci racconta la storia della cultura Atacamena, e del paese con la caratteristica piazzetta e chiesa. Continuazione in direzione del Pucara (fortezza) de Quitor, il villaggio di Katarpe e Tulor. Nel pomeriggio, trasferimento per la visita della Valle de la Luna, salita per la Cordillera de la Sal e osservazione di numerose formazioni geologiche: Las Tres Marias e la Valle de la Muerte. Continuazione per  ammirare il tramonto nel deserto, dell’alto di una duna: uno spettacolo davvero affascinante. Ritorno a San Pedro de Atacama. Pernottamento.

 

 

Giorno 10       SAN PEDRO – GEYSERS DEL TATIO – SAN PEDRO

Partenza dall’hotel alle ore 4.00 circa per arrivare al campo geotermico del Tatio, a 4.300 mt, dopo circa 3 ore, ora migliore per osservare l’attività degli innumerevoli geyser e fumarole. Prima colazione in loco. Di seguito, partenza per la visita dei villaggi tipici altiplanici di Caspana e Lasana, dalle tipiche costruzioni in pietra, e della Laguna di Inca Coya. Arrivo al villagio di Chiu Chiu, caratterizzato da numerose testimonianze storiche, tra cui alcune bellissime chiesette. Ritorno a San Pedro de Atacama. Pernottamento.

 

 

Giorno 11       SAN PEDRO DE ATACAMA – PASO DE JAMA – TILCARA

Trasferimento al Paso de Jama, alla frontiera con l’Argentina. Disbrigo delle formalità doganali e proseguimento per Tilcara, dove si potranno ammirare i resti di una antica ma ben conservata città fortificata indigena. Arrivo e sistemazione in hotel. pernottamento.

 

 

Giorno 12       TILCARA- PURMAMARCA – HUMAHUACA – JUJUY

Partenza di prima mattina alla volta di Humahuaca (2.800 mt). Sosta a Purmamarca, villaggio di origine coloniale, situato sotto il “Cerro de los Siete Colores”, collina caratterizzata dalla presenza di vari minerali che le conferiscono la tipica colorazione da cui prende il nome; colpiscono infatti i colori brillanti che toccano l’intera scala cromatica dei rossi, gialli, viola e verdi. Arrivo a Humahuaca, luogo di quiete e fascino: visita alla chiesa de la Candelaria, originariamente costruita nel 1631 e ricostruita nel 1880. Il Monumento a la Indipendencia Argentina sovrasta il paese: costruito nel 1950 e ubicato qui perché le valli dei dintorni furono sede degli scontri più violenti durante la Guerra di Indipendenza. Proseguimento per Jujuy e sistemazione in hotel. Pernottamento.

 

 

Giorno 13       JUJUY – BUENOS AIRES

Mattinata LIBERA; nel pomeriggio, trasferimento all’aeroporto di Jujuy e volo per Buenos Aires. Accoglienza e sistemazione in hotel. Pernottamento.

 

 

Giorno 14       BUENOS AIRES

In mattinata visita guidata della città: la Casa Rosada; il quartiere coloniale di San Telmo; La Boca, famosa per il suo “Caminito”; la Recoleta e Palermo, per immergersi nella vibrante metropoli argentina. Resto del pomeriggio LIBERO per poter passeggiare tra le sue vie, scoprire i suoi bellissimi quartieri oppure per fare shopping. In serata, cena durante la quale vi lascerete travolgere dalla passione di uno spettacolo di Tango. Pernottamento.

 

 

Giorno 15       DELTA DEL TIGRE

Partenza per la visita di El Tigre, un’adorabile e piccola cittadina situata sul delta del Rio de la Plata. Durante il tragitto, che attraversa le zone residenziali, si potranno osservare le famose “quintas”, ovvero le case di campagna degli argentini. Il delta é ricco di isole di cui alcune accessibili solamente con il battello e, proprio per questo motivo, la cittadina é detta la “Venezia di Buenos Aires”. Il rientro a Buenos Aires é previsto navigando in battello. Pernottamento.

 

 

Giorno 16       BUENOS AIRES – ITALIA

Giornata LIBERA; in serata trasferimento all’aeroporto e volo di linea per l’Italia. Pasti e pernottamento a bordo.

 

 

Richiedi una quotazione su misura per questo programma

Scopri tutti i nostri viaggi in Bolivia e in Cile!

Informazioni aggiuntive

Highlights

Paesaggi
Natura
Cultura
Storia